Alt-F4 #9 - Processo di Traduzione

Scritto da TheEnemy42, stringweasel, editato da Therenas, nicgarner, tradotto da Frank_si_narra il 16-10-2020

Tabella dei Contenuti

Dopo la nostra speciale edizione-lettera d’amore della scorsa settimana, siamo tornati tornati alla nostra programmazione regolare questa settimana con il nono articolo! TheEnemy42 si fornisce un approfondimento su come funzioni il processo ad atto di volontari di traduzione di Factorio in varie lingue, e stringweasel continua la sua serie sugli Archivi di Nauvis scavando a fondo su come siano nati alcuni termini usati dalla community. Buona lettura!

Una storia sul tradurre Factorio TheEnemy42

Come la maggior parte dei gamer della Danimarca, gioco sempre tutti i giochi in Inglese e non mi verrebbe mai in mente di passare alla mia lingua nativa, il Danese. Alcune app su PC o smartphone pensano sia giusto impostare la lingua su quella locale, ciò porta spesso ad imprecazioni e il cambio repentino all’Inglese. Ho realizzato che il Danese fosse effettivamente un’opzione solo quando ho introdotto mia nipote di sette anni al gioco.

Non mi ci è voluto molto per capire che la traduzione fosse lungi dall’essere finita. Metà del gioco era in Inglese mentre il resto era cosparso di errori grammaticali e dubbie o inconsistenti traduzioni. Alcune di essere riutilizzavano la parola inglese anche se esisteva effettivamente una traduzione in Danese, probabilmente perché i traduttori stessi erano soliti usare i termini Inglesi per il gaming, cosa per la quale non li posso biasimare.

Dopo un po’ mi sono incuriosito e ho iniziato ad informarmi su come il team di Factorio gestisse il processo di traduzione. Il forum ufficiale ha una pagina delle traduzioni che fa riferimenti a Crowdin, un tool online per la traduzione. Le traduzioni sono ad opera di volontari e mi bastava richiedere l’accesso ai file. Crowdin è uno strumento elegante e funziona tramite suggerimenti di traduzione che chiunque può proporre, gli utenti votano poi la loro preferita. Quelle più votate vengono estratte da Wube ed entrano a far parte del gioco nella versione successiva. Esisite anche il ruolo di revisionatore che permette alla persona incaricata di approvare una traduzione, scavalcando quindi il processo di voto, anche se questo rimane il più utilizzato.

Rappresentazione visiva del funzionamento di Crowdin

Questo è il workspace di Crowdin. Sulla sinistra una lista dei testi originali da tradurre. In cima il testo da tradurre selezionato al momento, e sotto ad esso uno spazio in cui inserire il testo tradotto. Tutto in basso le traduzioni suggerite con tanto del numero di voti e una spunta che indica quella approvata al momento. Sulla destra dei riquadri contenenti i commenti e dei termini tradotti di frequente per mantenere una continuità fra i testi.

Ho iniziato a contribuire alla traduzione nonostante non avessi nessuna vera esperienza nel campo; una cosa che ho subito notato era che gli altri traduttori fossero inattivi da anni. Un paio di persone avevano aggiunto una parola qui e là, ma nulla di più. Avevo davanti a me un bel po’ di lavoro quindi. Le stringhe di testo consistevano in 25000+ parole, la traduzione in danese era completa per circa il 65% ma quelle approvate arrivavano solo al 18%.

Ovviamente, cambiai la lingua del gioco in danese e fu davvero soddisfacente vedere i frutti del mio lavoro. Mi sono appassionato e ho iniziato a trascorrere ore del mio tempo libero la sera o mentre andavo a lavoro, traducendo il gioco. La maggiorparte era lavoro sporco ma in alcuni momenti diventava davvero un rompicapo in quanto alcune espressioni o termini tecnici Inglesi non esistono affatto in Danese.

Un’altra sfida interessante della traduzione è rappresentata dal fatto che il Danese (così come il Tedesco o altre lingue simili) agglomera i sostantivi in parole più lunghe (es. transport belt diventerebbe transportbelt). Questo porta in alcuni casi a parole troppo lunghe, che interferiscono con il layout dell’interfaccia. Sono sicuro che i traduttori per altre lingue abbiano riscontrato problemi simili dati da grammatica, struttura linguistica e simili.

Esempio numero 1 di un un layout sballato in-game

Esempio numero 2 di un un layout sbllato in-game

Due esempi di layout in-game che viene o spostato su un’altra linea, o che impedisce di mostrare per intero il testo.

Dopo vari mesi di traduzione intermittente, a Giugno ho finalmente raggiunto il mio obbiettivo del 100%. Raggiungere tale traguardo è stato soddisfacente, ma il lavoro era tutt’altro che finito. Ho fatto richiesta per diventare il revisionatore della traduzione in Danese e una volta ottenuto il ruolo ho potuto rileggere le vecchie traduzioni. La sfida finale era di andare oltre le semplici parole e far sì che la traduzione restituisse la sensazione di essere più Danese. Ciò includeva migliorare la coerenza (usando la stessa parola riferita alla stessa entità in tutte le traduzioni) e correggere gli errori oltre alle altre stranezze grammaticali riscontrate in più di 25000 parole; il che si è rivelato essere un bel po’ di lavoro, in effetti.

In corrispondenza di quando Wube stava lavorando ai nuovi tutorial (quelli usciti nella 1.0), mi è venuta l’idea di usare quelli già presenti nel gioco per capire davvero se la traduzione avesse senso, in quanto questi costituivano molto probabilmente il primo contatto dei nuovi giocatori con il gioco. Quindi ho giocato i mini-tutorial e la campagna più e più volte, passando rapidamente a Crowdin per cambiare piccole cose quando riscontravo problemi.

Ad inizio Agosto avevo finito, entrembe le barre erano ad un soddisfacentissimo 100%. Sorridendo a me stesso pensando al mio lavoro ben fatto, ho ricaricato la pagina e… era sceso al 96%, Wube aveva aggiunto su Crowdin altro testo non appena avevo finito. Che faccia tosta! Fortunatamente non mi ci è voluto molto per tornare al 100%.

Quest’ultima parte è interessante siccome Wube pubblica su Crowdin nuovo testo da tradurre come parte del processo di sviluppo di un nuovo aggiornamento (non sono sicuro dei dettagli esatti). Ciò significa che i player non possono usufruire del testo tradotto appena esce l’update. Riguardo la 1.0, questo vuol dire che il nuovo spidertron e la navetta schiantanta hanno il testo originale in Inglese a prescindere da quale lingua scegliate poiché sono stati aggiunti al momento del rilascio. Non sarà prima della 1.1 che verranno aggiornati, nonostante io l’abbia tradotto su Crowdin il giorno stesso dell’uscita.

Vuol dire anche che sono venuto a conoscenza di spidertron prima che la 1.0 fosse pubblicata grazie al testo che ho tradotto, invece che attraverso il trailer o i vari forum.

Sin dal giorno dell’update continuo a trovare piccole pecche e imprecisioni qua e là che risolvo al volo su Crowdin, ma trovo molto soddisfacente che sia possibile finire il gioco completamente in Danese. Spero che dei genitori da qualche parte nel mondo possano usufruire del mio lavoro per iniettare ai loro figli questa droga a forma di ingranaggio.

Archivi di Nauvis: Il Gergo di Factorio stringweasel

All’interno di ogni gruppo organizzato di persone, si viene a creare un gergo con il tempo. Una manciata di parole che solo le persone di quel gruppo possono davvero capire. Ad esempio, per gli ingegneri di Satisfactory queste parole sono tipo lizard doggo o I-wish-this-was-Factorio. Per i nostri nativi biter, sono invece rooarre, wrrii, o chrokk (per la spiegazione di ssilk clicca qui). Ed esattamente come in ogni fiorente community, abbiamo anche frasi personalizzate.

Underneathies

Questo termine che abbiamo tutti sentito usare da player rinomati (come il nostro amato KatherineOfSky) riferendosi alle underground belts, viene utilizzato anche su Reddit. Un’esempio è quando /u/excessionoz ha accidentalmente distrutto il suo mall (un altro esempio di gergo) utilizzando mod Upgrade Planner. Ma da dove viene questa strana parola?

Tutto iniziò il 9 marzo 2017. Questo fatidico giorno, /u/Dynamic_Gravity ha vuto una discussione con la sua ragazza riguardo come veramente fossero chiamate le underground belts. Non riuscendo a trovare un accordo, hanno deciso di chiedere agli esperti su Reddit creando un sondaggio. E quel sondaggio, così avidamente difeso dalla sua ragazza, aveva tra le opzioni la parola underneathies.

E, come si dice, il resto è storia. La community ha prontamente implementato questa parola nel gergo comune. Solo tre giorni dopo c’era già una mod per cambiare il nome dell’oggetto in-game (creata da /u/Suprcheese, lo stesso che ci ha regalato mod leggendarie come la Squeak Through e la Orbital Ion Cannon). Tre anni dopo questa parola è ancora utilizzata e amata da molti.

E’ affascinante osservare con che naturalezza il vocabolo sia entrato nel parlare della community. Capitemi, potremmo benissimo averle chiamate undie-grundies. Abbiamo decisamente fatto la scelta giusta.

Nauvis: La Nosra Casa

Vaste pianure verdi, pericolosi deserti rossi e laghi senza fondo. Una terra ricca di risorse ma abitata dalla minaccia biter. Questo è il mondo che abbiamo imparato ad amare dopo essercisi brutalmente schianti sopra. E’ la nostra casa, e la chiamiamo Nauvis.

Foto di Nauvis di Giorno
I crediti per l&#39immagine sono della mod Nauvis Day, con dell&#39editing fatto dall&#39autore.

Ora, il gioco non chiama il nostro pianeta Nauvis da nessuna parte, la campagna lo chiama solo “uno posto strano”. Anche nei remoti giorni della 0.13, la missione Primi Passi lo chiamava semplicemente “un pianeta sconosciuto”. Eppure, la maggiorparte di noi sa che il pianeta che inquiniamo brutalmente si chiama Nauvis. Perché?

La missione Primi Passi nella 0.13

Beh, il gioco stesso esiste in varie dimensioni, o come le chiama il codice, superfici. E la superficie su cui noi tutti viviamo viene chiamata nauvis. Tuttavia, questo non vuole necessariamente dire che sia il nome del nostro pianeta. Una superficie può essere usata per creare varie cose, incluse le piattaforme spaziali e i pavimenti della fabbrica. Ad un certo punto i modder hanno realizzato come fosse chiamata la superficie principale, e hanno passato l’informazione al pubblico.

Ma perché nauvis? Che significato ha? Non esiste nessuna diretta traduzione, solo molte leggende. Alcuni dicono derivi dalla parola latina novus che significa nave. D’altronde come sarebbe solito chiamare casa sua un ingegnere che ha viaggiato nello spazio per tanto tempo in una nave?

Ahimè, potremmo non sapere mai come fosse chiamato originariamente il nostro pianeta, da parte degli utenti o dei nativi. O quale significato si celi realmente dietro il suo magnifico nome. Ma chiameremo sempre la casa su cui siamo arrivati Nauvis.

Come contribuire

Come sempre, siamo in cerca di persone che abbiano voglia di partecipare alla creazione degli articoli di Alt-F4, che sia scrivendo in prima persona uno di essi o anche solo aiutando con la traduzione dei precedenti. Se hai qualcosa di interessante da raccontare alla comunity in modo ordinato, questo è il posto per farlo. Se non sei molto sicuro riguardo forma e contenuto, ti aiuteremo ben volentieri discutendo dei temi trattati e il modo in cui sono esposti, se vuoi entrare a far parte del progetto puoi unirti al server Discord!